Niente sesso e sono felici.

Psicologia - Sesso



È stato dimostrato che costituiscono circa un 3 per cento della popolazione mondiale, ma quasi nessuno ne ha mai sentito parlare. Si tratta di una nuova comunità in crescita, che unisce uomini e donne accomunati dal fatto di non sentire alcun interesse sessuale verso altre persone. Si definiscono asessuali e si sforzano di sentirsi normali, nonostante siano in molti a considerarli strani se non psicologicamente disturbati. Alcuni di loro sostengono di provare pulsioni sessuali molto scarse, altri, pur avendo un/una partner, dichiarano di non provare il desiderio di avere rapporti fisici.


Tutti, comunque, manifestano l’esigenza di incontrare persone simili a loro, per confrontarsi e per conoscere qualcuno con cui condividere emozioni e desideri. Per questo motivo da qualche tempo sono usciti allo scoperto, soprattutto grazie ad internet, dove hanno aperto il sito Asexuality.org, fondato nel 2001 dall’americano David Jay e divenuto un fenomeno di costume, attirando così l’attenzione di studiosi e psicologi su un universo sconosciuto.


Di sé gli iscritti al portale (americani, inglesi, tedeschi, spagnoli, portoghesi e oltre 100 italiani) affermano: “L’assessuale è una persona che non prova attrazione sessuale. A differenza del celibato, scelta personale, l’asessualità è un aspetto integrante di ciò che siamo”.


Geri Rich Jones, cantante e fondatrice della Società Asessuale Americana, dice di essere stata felice quando è entrata in contatto con persone nella sua stessa condizione grazie ad un forum online. “Mi ha sempre sconcertato l’eccessiva importanza che si attribuisce al contatto fisico; così, quando conobbi persone simili a me, mi sentii molto sollevata. Il mio primo fidanzato mi abbandonò per colpa del sesso e mi ferì profondamente. L’unica volta che provammo ad avere rapporti, sentii un grande disagio e la sensazione che provai non è più cambiata da allora. Non mi attraggono gli uomini né le donne. Sono nata asessuale”.


Ma è davvero possibile nascere asessuali? Secondo alcuni studiosi responsabile della mancanza di libido sarebbe lo stress sociale: il “bombardamento sessuale” a cui ci sottopongono il cinema, la pubblicità e la televisione indurrebbe alcuni ad un vero e proprio rifiuto del sesso. La paura di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile e la pressione culturale per essere sempre all’altezza anche in queste situazioni possono essere altri due motivi che portano ad un rifiuto della fisicità e spengono l’appetito sessuale. Senza dimenticare che esistono malattie (alcune forme di anemia o la depressione ad esempio) che eliminano il desiderio.


Ma gli asessuali tengono a ribadire che la loro condizione non è assolutamente una malattia e tanto meno un problema, quanto invece la personale filosofia della felicità. Il sesso, per loro, è una delle tante modalità per esprimere le proprie emozioni. Ma non certo la unica.


Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)