Pari opportunità: il parlamento vuole più donne in politica.

Cultura - Attualità



La democrazia viene assicurata da una bilanciata partecipazione di donne e uomini nella vita politica europea e nazionale. A sostenerlo è il Parlamento, sottolineando come il numero delle donne con incarichi politici sia ancora troppo esiguo. Adottando con 377 voti favorevoli, 77 contrari e 31 astensioni la relazione di Ana Gomes su questo tema, il Parlamento denuncia una situazione non incoraggiante della presenza femminile nella politica internazionale europea. Nonostante un gran numero di dichiarazioni e raccomandazioni politiche, programmi d´azione adottati in tutto il mondo e specifiche normative introdotte a livello nazionale, secondo i deputati persistono ancora in Europa (e in tutto il mondo) ineguaglianze e discriminazioni di genere e una sotto-rappresentazione delle donne nella politica.


La scarsa partecipazione delle donne ai centri decisionali e di governo, osserva il Paramento, è spesso legata alle difficoltà di conciliare vita privata e vita professionale, all´ineguale ripartizione delle responsabilità familiari, nonché alla discriminazione sul lavoro e nella formazione professionale. Per tale ragione, invita gli Stati membri ad attuare misure intese alla conciliazione della vita sociale, familiare e professionale, creando e promuovendo un ambiente favorevole per la piena partecipazione delle donne in politica. Occorrono anche idonee misure legislative e/o amministrative volte a sostenere i rappresentanti eletti nel conciliare le loro responsabilità familiari e pubbliche e, in particolare, incoraggiare i parlamenti e le autorità locali e regionali a garantire che i loro tempi e metodi di lavoro permettano ai rappresentanti eletti di entrambi i generi di conciliare il lavoro con la vita familiare.


Agli Stati membri e alla Commissione è chiesto di promuovere, ove opportuno, programmi educativi intesi a sensibilizzare i cittadini, e in particolare i giovani, all´eguaglianza dei diritti per le donne di partecipare pienamente alla vita politica già in giovane età, così come di sostenere l´obiettivo della parità dei genere in tutte le posizioni pubbliche. I partiti politici di tutta Europa sono esortati dagli eurodeputati a rimuovere ogni barriera che, direttamente o indirettamente, discrimini la partecipazione delle donne, al fine di garantire che esse abbiano il diritto di partecipare pienamente a tutti i livelli di decisione in tutte le strutture interne di decisione politica e procedure di nomina e nella leadership dei partiti politici, in termini uguali agli uomini. Dovrebbero anche invogliare le donne a partecipare e votare alle elezioni e ad accrescere la consapevolezza delle specifiche necessità e aspirazioni nei propri programmi.


Il Parlamento sottolinea poi che il progetto di creare un Istituto europeo per l´uguaglianza di genere, che dovrebbe promuovere una maggiore rappresentanza delle donne nella politica internazionale e riferire regolarmente al Parlamento europeo sulla raccolta di dati e sull´impatto della legislazione nazionale sulla parità e sulle politiche in materia di uguaglianza di genere attuate dagli Stati membri, nonché sulle migliori prassi dei partiti politici europei e nazionali.


Le eurodeputate sono 223 su un totale di 732, il che corrisponde a una media del 30 per cento e su 78 eurodeputati italiani, 14 sono donne (18 per cento). Ma in tutti i parlamenti del mondo la situazione non è diversa. La relazione di Ana Gomes nota infatti che, secondo l´Unione interparlamentare, dei 43.961 membri dei parlamenti nel mondo (Camera bassa e Camera alta assieme), solo il 16,4 per cento sono donne (vale a dire 7.195). Sono i paesi scandinavi ad avere il più elevato numero di donne parlamentari (40 per cento), seguiti dalle Americhe (19,6 per cento) e dall´Europa (paesi OSCE, esclusi i paesi scandinavi), con una media del 16,9 per cento, leggermente superiore all´Africa subsahariana, all´Asia, al Pacifico e agli Stati arabi. Tali percentuali, per il Parlamento, indicano la presenza di un deficit democratico fondamentale, sia a livello europeo che nel più ampio contesto internazionale.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)