Pomodoro, concentrato di salute.

Cucina - Dieta



Sono stati presentati qualche giorno fa a Milano i risultati di un’innovativa ricerca nutrizionale sul concentrato di pomodoro, che ha consentito per la prima volta di titolare alcuni fra i più importanti nutrienti presenti nel concentrato di pomodoro, nelle sue diverse formulazioni.


Lo studio, coordinato dal Dottor Fiorenzo Pastoni, Vice Presidente dell’Ordine dei Biologi Italiani, è stato fortemente voluto da Mutti, marchio storico dell’industria conserviera italiana, con l’obiettivo di presentare le molteplici valenze nutrizionali racchiuse nel concentrato di pomodoro: prodotto di grande tradizione e di immensa ricchezza per la salute del nostro organismo.


La ricerca, i cui test sono stati condotti su sette campioni di concentrato (doppio e triplo) appartenenti a lotti diversi, ha evidenziato soprattutto l’importante quantitativo di licopene contenuto nel concentrato di pomodoro. Il licopene è un betacarotene, ritenuto dagli esperti un reale anti-aging indispensabile per combattere i segni del tempo, un nutriente che è importante introdurre nelle dosi corrette anche quotidianamente in una dieta sana ed equilibrata. In 100 g di concentrato si può riscontrare un valore medio di licopene di circa 29,54 mg/100 g nel doppio concentrato, e di circa 42,43 mg/100 g, con punte che sfiorano i 60 mg/100 g, nel triplo concentrato.


Tale dato diventa ancora più significativo se paragonato al quantitativo di licopene mediamente presente nel pomodoro fresco, inferiore a 5mg per 100 g, e nella passata semplice, con un valore che si attesta intorno agli 8 mg/100 g. Ciò significa che, rispetto al pomodoro fresco, nel triplo concentrato di pomodoro si può riscontrare una presenza di licopene sino a 10 volte maggiore.


Il pomodoro, infatti, a differenza di altri vegetali, aumenta la concentrazione di alcuni nutrienti quando sottoposto a cottura, fatto salvo per la vitamina A che è tremolabile, proprio come accade per il licopene. Il concentrato di pomodoro, si può quindi definire la massima espressione del pomodoro: ricco di vitamine (B1, B2, PP, A, C) ma anche di minerali quali potassio, fosforo, ferro e calcio.


“Le vitamine presenti nel concentrato di pomodoro in diverse quantità, sono essenziali nel metabolismo dei carboidrati, sia per il corretto sviluppo scheletrico e metabolico, sia per prevenire danni alla pelle provocati dai radicali liberi grazie alla forte componente di antiossidanti”, sottolinea il Dottor Fiorenzo Pastoni. “I risultati ottenuti in questa ricerca forniscono acquisizioni utili sotto il profilo nutrizionale in base alle quali si rende possibile sfruttare le tante proprietà benefiche di questo prodotto all’interno di una dieta giornaliera sana ed equilibrata”.


“Il concentrato di pomodoro, grazie alle sue caratteristiche nutrizionali e al suo importante contenuto di licopene” prosegue la Dr.ssa Evelina Flachi nutrizionista e specialista in scienze dell’alimentazione, “può essere utilizzato anche quotidianamente per arricchire la nostra dieta non solo di sapore ma anche di benessere. Il concentrato di pomodoro può, quindi, divenire un facile, semplice e versatile segreto da utilizzare in cucina. Da utilizzare nella zuppa di verdure, come nel pesce o nella carne, come anche per insaporire un panino invece di utilizzare altre salse magari più ricche di grassi e meno di sapore, riducendo al contempo l’aggiunta di sale, perché il cloruro di sodio è già presente nel prodotto stesso”.


Tag:


Presente in:

Cucina - Dieta

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)