Posta con la testa!

Cultura - Attualità



Il plot della storia è semplice: una ragazza appende una propria foto in bacheca, un primo ragazzo la stacca ma essa magicamente ricompare, e così di seguito per molte volte.
Attraverso la metafora della bacheca si mettono in guardia i minori sul rischio di pubblicare in Internet foto personali perché le immagini, una volta online, sono quasi del tutto fuori controllo e possono essere viste da tutti.



L’iniziativa è sicuramente meritoria e dovrebbe aiutare soprattutto gli adulti a controllare come i propri figli usano la rete.

Ci permettiamo tuttavia di esprimere qualche perplessità sullo slogan: solo recentemente è entrato nel vocabolario d’uso il neologismo postare che esprime l´azione del lasciare (o affiggere) un messaggio. La formula gioca sull’effetto di assonanza/consonanza (posta/testa) ed è sicuramente azzeccata, ma potrebbe generare un po’ di confusione nei genitori, dato l’uso piuttosto tecnico del termine.



Al contrario i più giovani non avranno difficoltà a cogliere il messaggio, dato che spesso sono tecnicamente molto competenti… ma lo sono altrettanto in termini di competenze emotive e relazionali? Non saper cogliere le implicazioni di alcuni comportamenti, questo è terreno fertile per il concretizzarsi dei rischi associati all’utilizzo della rete.


Internet e cellulari oggi funzionano da connettori sociali e rappresentano un nuovo modo di comunicare con gli altri alimentando un mondo di relazioni, di emozioni, di scambio di informazioni e di apprendimento che offre ai più giovani opportunità di crescita senza precedenti. Ancora più che gli adulti, anche i più giovani utilizzano Internet ed i cellulari in base ai propri bisogni e motivazioni: spesso hanno l’esigenza di socializzare, di conoscere, di condividere pensieri ed emozioni, talvolta riguardanti la propria vita scolastica, familiare, sentimentale, sessuale e in generale, sfere molto personali.

L’impressionante successo avuto dai servizi di Social Network (MySpace, Facebook, Netlog, ecc.) in questi ultimi anni, non solo tra gli adulti ma anche e soprattutto tra i più giovani, ne è una delle testimonianze più evidenti.








Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)