Procreazione assistita: la legge passa alla camera

Cultura - Attualità



Passera´, non passera´? I dubbi, nel caso della legge sulla procreazione assistita, sono leciti. Approvata dalla Camera il 25 maggio scorso, solo a settembre sara´ discussa dalla commissione Sanita´ del Senato, per l´approvazione finale. Un´approvazione appesa ad un filo viste le molte voci di dissenso e le polemiche che ancora oggi suscita. Il tema della fecondazione artificiale, d´accordo, ha talmente tante implicazioni, soprattutto morali, non facilmente risolvibili. Resta il fatto che questa e´ la prima legge in Italia, ultimo tra i paesi europei a dotarsi di una legislazione sulla procreazione assistita, che cerca di risolvere una situazione da assoluta anarchia delle provette, con tanto di mercato dell´affitto degli embrioni.

Una legge difficile, quindi, che prevede solo la fecondazione omologa (cioe´ con seme della stessa coppia). Ma che da anche ampio spazio alle coppie di fatto, che possono accedere alle tecniche di procreazione assistita e anche adottare gli embrioni sin qui prodotti e congelati (per i quali verra´ creato un registro apposta). Inoltre ammette l´adozione di figli nati in seguito alle tecniche di procreazione assistita anche da parte della sola madre e vieta ai padri di disconoscere il figlio, nato con il seme di un altro uomo in seguito a fecondazione eterologa avvenuta prima della legge. E voi, pensate che questa legge debba andare in porto comunque o credete piuttosto che la si debba riscrivere? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)