Quest´anno con i farmaci equivalenti.

Medicina - Omeopatia



Curare l’influenza con i farmaci generici/equivalenti conviene. Preferire questa categoria di farmaci ai medicinali “di marca” significa infatti, per i cittadini, poter risparmiare fino a 33 milioni di euro, solo per quanto riguarda l’influenza prevista per quest’anno, che si stima metterà a letto dai 3,5 ai 5 milioni di italiani. E’ quanto emerge da una ricerca ad hoc, condotta dal centro studi ratiopharm: il risparmio, per ciascun paziente, supererebbe i 6,60 euro.



Uno studio previsionale sui risparmi realizzabili quest’anno, per curare i sintomi dell’influenza, è stato elaborato dal centro studi ratiopharm, confrontando un kit di 5 prodotti griffati, tra quelli più utilizzati per combattere i mali di stagione, con un analogo gruppo di farmaci generici. Secondo la ricerca, la spesa di un paziente che acquistasse, nell’arco della stagione invernale, medicinali con nome commerciale per tosse, catarro, raffreddore, febbre e infezioni, si aggirerebbe intorno ai 41 euro, mentre scenderebbe a circa 34 euro, se lo stesso paziente acquistasse i corrispettivi farmaci equivalenti, contenenti le medesime molecole dei farmaci “branded”: ambroxolo per la tosse, acetilcisteina per il catarro, acido acetilsalicilico con vitamina C per il raffreddore, paracetamolo per la febbre, amoxicillina con acido clavulanico per le infezioni.



La ‘Pacifica’, così si chiama l’influenza di quest’anno per la sua provenienza dalle isole Salomon nell’Oceano Pacifico, sarà tutt´ altro che leggera e il suo arrivo è previsto per Natale. Curandosi con i farmaci generici già dai primi colpi di tosse o dai primi raffreddori, è possibile risparmiare sensibilmente sulla spesa destinata ai medicinali, senza rinunciare alle caratteristiche di sicurezza, efficacia e qualità, assicurate dai rigidi controlli a cui i farmaci vengono sottoposti prima della loro immissione in commercio.



E’ di questa opinione anche il professor Valter Gualandri, docente di Genetica Medica alla facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano. “Spesso gli italiani, per curare febbre, raffreddore e mal di gola, si recano in farmacia chiedendo un farmaco griffato, senza sapere o ricordare che in molti casi esiste un corrispettivo farmaco equivalente, venduto a un prezzo inferiore ma con lo stesso principio attivo, presente nella medesima quantità, pari sicurezza ed efficacia terapeutica”.

In pratica, sulla base dell’analisi condotta dal centro studi ratiopharm, per l’acquisto dell’ipotetico kit il paziente italiano arriverebbe a risparmiare di tasca propria oltre 6,60 euro, se scegliesse di curarsi con i medicinali equivalenti, a parità di principio attivo.

Di seguito, si riporta la tabella comparativa, realizzata prendendo in considerazione alcuni tra i farmaci normalmente più impiegati per il trattamento dei sintomi influenzali.


Tag:


Presente in:

Medicina - Omeopatia

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)