Rughe: una novita´ dalla francia

Bellezza - Medicina



Arriva dalla Francia, esattamente da Vichy, sede dell´omonima casa di cosmesi di proprieta´ del colosso L´Oreal. E´ una nuova crema antirughe, che utilizza un´emulsione di vitamina A (retinolo) e vitamina C (acido ascorbico) chiamata Reti-C, definita gia´ una piccola rivoluzione del mondo della cosmetica. Unendo i due principi attivi, entrambi essenziali per la pelle, il Reti-C ne potenzia l´efficacia.

E´ solo l´ultima arma delle donne - ma sempre piu´ frequentemente anche per gli uomini - nella battaglia contro il tempo che avanza. Sempre di piu´ e sempre piu´ giovani si rivolgono o a prodotti come il Reti-C (40 mila lire per un mese di trattamenti) o a tecniche soft di dermatologia plastica invasiva come il cross linked, una sorta di rete sottopelle costruita con iniezioni di acido ialuronico naturale, o il filler, fili di Goretex inseriti sotto pelle per riempire rughe e labbra cui ricorrono sempre piu´ spesso anche le venticinquenni.

Un mercato, quello della cosmesi, che in Italia vale 12 mila miliardi, come dire che ogni italiano in media spende 220 mila lire circa l´anno per prodotti di bellezza, ed e´ in aumento (nel ´98 piu´ 5,6 per cento rispetto all´anno prima). Aumentano anche gli allarmi di medici e chirurghi, che recitano il mea culpa disconoscendo questa ricerca folle dell´eterna giovinezza. Il paradosso - ha detto il dermatologo Antonino Di Pietro dell´ospedale di Inzago - e´ che, mentre cerchiamo disperatamente di fermare il tempo, invecchiamo prima. E voi, ritenete che i metodi estetici per ritrovare la giovinezza servano oppure no? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Bellezza - Medicina

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)