Scendono in campo scienziati e divulgatori, per una maratona didattica con le scuole.

Tecnologia - Scienza



Produrre melodie in assenza di strumenti musicali, attraverso computer e sensori che si attivano senza che l’artista li sfiori; entrare in luoghi virtuali grazie a dispositivi robotici che consentono di “sentire” ed esplorare l’ambiente; scoprire le leggi fisiche sul moto spingendo un pendolo, che, invece di oscillare come ci si aspetterebbe, compie strane traiettorie.


Sono solo alcune delle possibilità offerte ai partecipanti alla manifestazione Scienziati e studenti all’Auditorium, organizzata dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), in collaborazione con l’Auditorium Parco della Musica e patrocinata dall’Assessorato alle Politiche della Scuola della Provincia di Roma.


L’iniziativa, alla cui ideazione ha contribuito Fabrizio Casa, esperto del mondo giovanile, prende l’avvio sabato 4 febbraio, alle ore 11.00, presso il Note-book, la libreria dell’Auditorium, con gli interventi dell’Assessore alle Politiche della Scuola Daniela Monteforte, del Direttore Generale del Cnr, Angelo Guerrini e dell’Amministratore delegato dell’Auditorium Carlo Fuortes. A dare inizio al ciclo di incontri è l’astronauta Umberto Guidoni, che spiega con accattivante semplicità come ci si prepara per un viaggio spaziale, come si vive in uno Shuttle e cosa si prova quando si è in orbita.


Nei sabati mattina successivi, fino all’8 aprile, nel Note-book, gli studenti potranno incontrare di volta in volta scienziati, scrittori per ragazzi e divulgatori scientifici; si va da Nadia Ioli dell’Istituto per i processi chimico-fisici del Cnr, ideatrice e realizzatrice della Ludoteca Scientifica, a Luca Sciortino, fisico, collaboratore di Panorama e de Le Scienze e autore di libri scientifici per ragazzi, da Maurizio Forte, archeologo dell’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr, realizzatore di ricostruzioni virtuali del mondo antico, a Franco Foresta Martin, giornalista del Corriere della Sera e scrittore. Ma ci saranno anche Arcangelo Distante e Giovanni Attolico dell’Istituto di studi sui sistemi intelligenti per l’automazione del Cnr con le loro interfacce aptiche per ‘toccare’ la realtà virtuale, Ettore Perozzi di Telespazio con immagini e filmati inviati dalle sonde spaziali, Anna Parisi fisica e scrittrice, che affronta il tema delle rivoluzioni scientifiche e Leonello Tarabella dell’Istituto di scienze e tecnologie dell’informazione del Cnr, con le sue sonorità sintetiche ottenute con la gestualità delle mani.


Obiettivo dell’evento è creare un ponte tra i giovani e la scienza, facendo uscire ricercatori e divulgatori dai loro “templi”, per portarli in mezzo alle scolaresche, che possono mettere in discussione le loro teorie e convinzioni e possono interagire liberamente con loro, sperimentando la strumentazione scientifica disponibile e ponendo domande. Un modo diverso, quindi, di presentare ai ragazzi la scienza, che diventa così leggera e divertente, suscitando negli studenti curiosità e interesse.


Tag:


Presente in:

Tecnologia - Scienza

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)