Scienza: quando i geni ridono

Tecnologia - Scienza



Il Nobel per la medicina è andato al dottor Peter Barss della McGill University, per il suo trattato medico dedicato alle ferite causate dalla caduta di noci di cocco. Per la letteratura a John Richards di Boston, Inghilterra, fondatore della Società per la Protezione dell’Apostrofo. Per l’economia a Joel Slemrod della Business School dell’università del Michigan e Wojciech Kopczuk dell’University di British Columbia per le loro conclusioni relative al rapporto tra l’allungamento della vita e le tasse sull’eredità espresso nel loro saggio “Evidenze tra i profitti dalla tassazione del patrimonio e l’elasticità della morte” .




Non sono, ovviamente, i Nobel veri, consegnati proprio in questi giorni a Stoccolma. Ma alcuni dei vincitori degli Ig Nobel, irriverenti contro-premi della scienza la cui cerimonia di assegnazione si è svolta lo scorso 4 ottobre al Sanders Theatre (trasmessa in diretta via internet). L´evento, organizzato dalla rivista umoristico-scientifica Annals of Improbable Research in collaborazione con un gruppo di studenti di Harvard, premia ogni anno (dal 1991) veri geni della fisica, della chimica, della medicina, dell’astronomia che amano ridere di se stessi. Forse perché la scienza è una questione così seria e autorevole, che a volte vale la pena di riderci sopra.



L’edizione di quest´anno, tra l’altro, è stata arricchita dalla celebrazione di un matrimonio. Lisa Danielson e Will Stefanov, entrambi geologi all´Università dell´Arizona e da sempre fan degli Ig Nobel, hanno risposto a un annuncio pubblicato dagli organizzatori dell´evento in cui si invitavano le coppie prossime alle nozze a celebrare il proprio matrimonio in occasione dell´assegnazione dei premi.




I due scienziati, quindi, si sono sposati sul palcoscenico del teatro con una cerimonia della durata record di 60 secondi. E il pubblico è stato invitato a donare o a disfarsi dei vecchi vestiti che sono stati poi utilizzati nel corso della rappresentazione e della cerimonia nuziale. Tutto per la rappresentazione di una mini-opera (in scena per la prima volta) dedicata a come gli scienziati utilizzano le ultimissime teorie scientifiche per progettare un matrimonio.




E per chi volesse saperne di più, in occasione della ricorrenza annuale degli Ig Nobel Garzanti ha ripubblicato in edizione economica il libro “La scienza improbabile”, a cura di Marc Abrahams (lire 25.000), fondatore e direttore degli Annals of Improbable Research, nonché ideatore e maestro di cerimonie del Premio Ig-Nobel. Il libro, attraverso gli Annali della scienza improbabile, raccoglie il meglio della scienza demenziale del mondo intero, dall’aerodinamica della patatina alla tavola periodica politicamente corretta, dalla matematica dei numeri telefonici alla longevità della capra sopra e sotto la panca.



Tag:


Presente in:

Tecnologia - Scienza

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)