Sesso: italiani di qualità.

Psicologia - Sesso



Poco ma bene. Se nel sesso conta più la qualità della quantità non c’è che dire, siamo messi bene. Gli italiani, infatti risultano essere i più “appagati” sotto le lenzuola, pur con una frequenza di rapporti non esaltante e con uno scarso uso dei preliminari. E’ questo il risultato del “Global Sex Survey 2004”, l’annuale sondaggio sulle abitudini sessuali di 41 paesi di cinque continenti realizzato via internet (con la partecipazione di 350 mila persone) dalla multinazionale del profilattico Durex. Che stuzzica la curiosità con risultati, a volte, sorprendenti.



Chi l’avrebbe detto, infatti, che i francesi fossero al primo posto nella classifica del numero medio di rapporti sessuali, con 137 volte in un anno? Dietro di loro c’è poi la Grecia con 131 ed una sfilza di paesi dell’est (Serbia-Montenegro e Ungheria con 131, Macedonia con 129, Bulgaria con 128, Repubblica Ceca con 125 e Croazia con 120). Più scontato, se vogliamo, l’ultimo posto dei giapponesi, con un divario però davvero clamoroso: appena 46 amplessi l’anno. E gli italiani? Sono 19imi assieme ai canadesi, quindi a metà classifica, con una media di 108 rapporti, poco sopra la media mondiale di 103.



Ma ecco, il riscatto. Siamo al primo posto nella frequenza di raggiungimento dell’orgasmo. Gli italiani hanno, infatti, sorprendentemente la più alta probabilità di raggiungere il punto culminante, con una percentuale del 61%, seguiti dai serbo-montenegrini (56%) e dai macedoni (54%). Quarti in classifica, gli israeliani (52%), davanti a ungheresi e brasiliani (entrambi al 51%). La Francia, questa volta, è nei piani bassi della graduatoria (32%). Come dire, va bene l’impegno, ma bisogna che sia seguito anche da una certa qualità nel rapporto. Da segnalare l´ultimo posto in classifica della Cina con appena il 19%.



Si, sa, però, per una buona riuscita del rapporto, contano moltissimo anche i preliminari. E in questo particolare settore i più ferrati sembrano essere gli inglesi, che dedicano alle attività preparatorie ben 22,5 minuti, seguiti da vicino da tedeschi (22,2 minuti) irlandesi (21,8) e spagnoli (21,7). Noi italiani ci mettiamo 20,1 minuti, appena sopra la media mondiale di 19,7 minuti, mentre le coppie più sbrigative sono quelle tailandesi (11,5 minuti), che probabilmente pensano subito ad andare al sodo.



Nelle altre classifiche del sondaggio Durex, spiccano soprattutto gli islandesi, che sono i più precoci (15,7 anni è l’età media del primo rapporto contro il 17,6 dell’Italia) ed i più affezionati utilizzatori del vibratore (il 52% ha detto di possederne uno, contro il 10% degli italiani). La nazione con la maggior percentuale di rapporti non protetti è invece la Svezia (con il 64% contro una media mondiale del 35%), mentre quella che preferisce fare attenzione è l’India (solo 20% di rapporti non protetti. Infine, grande sorpresa nella classifica del maggior numero di partner sessuali a persona: al primo posto è la Cina con una media di 19,3 partner. Attenzione, quindi, questi non sono solo forti in economia!


Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)