Sesso senza tabù

Psicologia - Sesso



Negli anni Settanta Alex Comfort sosteneva che «Il sesso è il più importante e salutare degli sport praticati dalla specie umana». Oggi gli fa eco la spregiudicata scrittrice Suzi Godson, che alle infinite sfumature del piacere dedica il suo “The Sex Book”, edito da Cassel Illustrated ed acquistabile sul sito di Amazon. Provocatorie ilustrazioni in stile pop art dai colori accesi, firmate da Peter Sommier, scandiscono i contenuti quantomai espliciti di questo manuale, che si propone di insegnare qualcosa anche a chi, di sesso, pensa di sapere proprio tutto.



“Tutti fanno sesso, ma non tutti lo fanno bene. Gli ingredienti che mancano sono la sicurezza e il know how”. L’affermazione della Godson sembra suffragata dai risultati della prima indagine condotta dal Pfizer Global Study a livello mondiale sulla salute sessuale tra i 40 e gli 80 anni. Dal rapporto risulta che in Italia (per cui è stato analizzato un campione di 1500 individui) solo il 44 per cento degli uomini e il 32 per cento delle donne è pienamente soddisfatto della propria sessualità. Convinta che il sesso rappresenti una sfera fondamentale della nostra vita, fino alla fine, e che come tutte le parti del nostro corpo richieda manutenzione, Suzi Godson si rivolge a uomini, donne, omosessuali, teenager ed anziani, sfatando falsi miti, abbattendo barriere e pregiudizi, suggerendo le più svariate tecniche e posizioni.



Supportata dalla consulenza di Robert Winston, docente di Medicina riproduttiva presso l’Imperial College School of Medicine di Londra, la scrittrice, avvezza da anni a dialogare di problemi sessuali con i lettori della sua rubrica sull’“Indipendent on Sunday”, rassicura gli uomini sull’infondatezza delle scarse prestazioni legate alla taglia del pene e punta il dito contro Grafenberg, il ginecologo tedesco che nel 1944 affermò per primo l’esistenza del cosiddetto “punto G”. “L’infausto dottore”, come lo definisce la Godson, sarebbe responsabile di inutili frustrazioni femminili, dato che lo psicologo newyorkese Terence Hines ha dimostrato che la presunta fonte dell’orgasmo femminile è in realtà solo un “ufo sessuale” introvabile, posseduta solo da quattro donne su dodici, se non addirittura inesistente. “The Sex Book” ci rivela che il 43 per cento delle donne ritiene che l’orgasmo sia indispensabile solo agli uomini e che solo il 28 per cento di esse dichiara di raggiungerlo regolarmente. Dato, quest’ultimo, di cui l’universo maschile non è al corrente, convinto che le fortunate siano molte di più.



Nella lettura ci si imbatte in capitoli dedicati alle pratiche più inusuali, ai giocattoli sessuali, alle posizioni migliori per rimanere incinte o per avere rapporti dopo la gravidanza; il tutto accompagnato da consigli sulle precauzioni per fare sesso sicuro e da bandierine rosse che indicano i rischi in cui si può incorrere. Tra le curiosità la dieta più adatta a stimolare il desiderio sessuale, che preferisce a caffeina, the, cioccolato ed alimenti salati, un’insalata leggera ed integratori di zinco.



Secondo la scrittrice londinese il sesso aiuta a ricucire le relazioni in crisi, ad affrontare la depressione, a mantenersi in forma ad ogni età. Studi medici hanno provato che gli ultracinquantenni che hanno una regolare attività sessuale sono più sani dei coetanei che preferiscono l’astinenza. D’altronde «il sesso non è più un tabù per gli anziani – spiega Alfredo Nicolosi, epidemiologo del Cnr di Milano – ma è considerato un’attività necessaria e importante per l’equilibrio psicofisico della persona».



Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)