Sessualità: arriva la crema del piacere

Psicologia - Sesso



Sta per sbarcare anche in Italia la crema che stimola il piacere femminile E che, almeno nel Nord Europa, ha già riscosso, se non un clamoroso successo, almeno una buona dose di curiosità. Quando è stata inventata, dal belga André Stas un paio d’anni fa, era stata prima battezzata “Dream Creme”, quindi “Viacreme” . Ma vista la troppa assonanza di quest’ultimo nome con il “Viagra” - la celebre pillola blù per curare le disfunzioni sessuali maschili - è stato deciso proprio per il prossimo lancio nel nostro paese, di ribattezzarla “Donna Crème” .



In realtà le differenze con il Viagra maschile sono molte. A partire dal fatto che questa crema miracolosa, prodotta dalla Caf’Osé, non è altro che un semplice lubrificante e non una medicina, come dichiarato già esplicitamente nelle avvertenze inserite nella confezione del prodotto. Si tratta, infatti, di una sorta di gel composto da mentolo, retinolo, aloe vera e citronella. Uno stimolante sessuale, dunque, realizzato con un geniale mix di sostanze eccitanti sciolte in acqua distillata.




Eppure il tam-tam, il passaparola, e qualche geniale trovata di marketing, l’hanno assurto agli onori della cronaca. Tanto da meritare persino la copertina del settimanale “Panorama” un paio di settimane fa. In Italia sarà in vendita nelle farmacie a partire dal prossimo giugno al costo di 25 euro a confezione (con quattro bustine monodose da 2 ml ciascuna). Donna Crème è già stata distribuita negli Stati Uniti dove milioni di americane l´hanno testato sotto il nome di “Mycreme” così come in Canada, in Nuova Zelanda ed in Australia sotto il nome di “Alura”.



Ma davvero c’è un reale bisogno di un prodotto del genere? Secondo Stas, sì. E lo dimostra il successo del suo lancio in Belgio, quando 40.000 scatole sono state vendute in meno di due mesi, tra febbraio e marzo dell’anno scorso. Così come sembrno dargli ragione anche i dati del potenziale mercato italiano. Secondo le ultime statistiche dell’Organizzazione mondiale della sanità, in Italia ben 8,6 milioni di donne tra i 19 e i 70 anni si dichiarano «poco o per niente soddisfatte» sessualmente. Tra queste, sempre secondo Stat, almeno 432 mila sono disposte, sia per mentalità che per portafoglio, a provare almeno una volta la cremina dell’orgasmo perduto.



Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)