Sessualità: il punto del piacere

Psicologia - Sesso



E´ l´oggetto misterioso del piacere femminile. Parliamo del fantomatico punto G che, da quando venne descritto per la prima volta negli anni Cinquanta, è stato al centro del dibattito sull´orgasmo femminile. Ora, un gruppo di ricercatori italiani, ne ha confermato l´esistenza. Ritenendolo il responsabile dell´orgasmo vaginale,
molto simile a quello maschile.




Il punto G prende il nome da Ernst Grafenberg il ginecologo tedesco che per primo lo descrisse in un articolo nel 1950. Si tratta di un´area ricca di terminazioni nervose, che si trova nella parete anteriore della vagina, a circa tre-quattro centimetri dall´ingresso della vulva. La sua stimolazione garantirebbe l´orgasmo vaginale, secondo alcuni molto più profondo e intenso di quello clitorideo.




A gettare nuova luce sul funzionamento del punto G è stato un gruppo di ricercatori italiani dell´Università dell´Aquila, guidato da Emmanuele A. Jannini, titolare della cattedra di sessuologia medica. Il nostro obiettivo - spiega Jannini - più che localizzare definitivamente il punto G, era quello di dimostrare la grande somiglianza di quest´area particolarmente sensibile del corpo femminile con alcune strutture anatomiche tipicamente maschili: la prostata e i corpi cavernosi del pene.



E proprio nella parte anteriore della vagina (proprio dove dovrebbe esserci il punto G) l´èquipe di Jannini ha localizzato due strutture anatomiche, sinora poco descritte, molto simili a quelle maschili. Si tratta delle ghiandole di Skene, che sarebbero il corrispettivo della prostata dell´uomo, ma molto più piccole perché atrofizzate in seguito alla fase embrionale. Responsabili di un orgasmo che in alcuni casi può essere accompagnato da una sorta di eiaculazione.




Il problema è che questo centro nevralgico del piacere femminile non è presente in tutte le donne. La variabilità di questa struttura - secondo Jannini - è grandissima. Nel 20 per cento del nostro campione, semplicemente non è presente. Questo spiegherebbe perché, secondo le statistiche, il 50 per cento delle donne non ha mai provato l´orgasmo in vita sua. E molte di queste, proprio per la mancanza della struttura predisposta, secondo Jannini non lo proveranno mai.


PHOTO GALLERY
Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)