Sessualità: la riscoperta della verginità

Psicologia - Sesso



Il sesso può attendere. Difficile accorgersene ma i giovani di oggi stanno radicalmente cambiando il loro atteggiamento verso la verginità, oggi considerata un valore sempre più importante, a differenza di soli cinque anni fa, quando la “prima volta” era sempre più precoce, quasi alla soglia della pubertà. Succede negli Stati Uniti, ma il fenomeno sta prendendo piede rapidamente anche da noi.



In America, tra il 1991 ed il 2000, i giovani delle superiori che si dichiarano vergini sono aumentati del 10 per cento, tanto da indurre il settimanale “Newsweek” a dedicare la copertina a questa tendenza. Che tocca non solo i giovani impegnati nei gruppi cattolici, sicuramente i più sensibili all’argomento. Ma sta diventando una vera e propria scelta personale, un modello di vita sempre più adottato, da portare avanti sino al matrimonio.




E in Italia? Secondo le ultime statistiche dell’Asper, relative al 2000, il 15 per cento dei ragazzi italiani sopra i 18 anni non ha mai avuto un rapporto sessuale completo. All’ultimo Congresso Europeo di Ginecologia Pediatrica e Adolescenziale, tenuto a Firenze, è inoltre emerso un netto incremento nell’età media della “prima volta” delle giovani italiane: se sei anni fa i dati parlavano dei 13-14 anni (Asper, 1986), oggi siamo più vicini ai 17.




Per capire le motivazioni, ci vengono ancora in aiuto le statistiche dell’Asper. Nel 2000 solo il 30 per cento dei giovani aveva trovato il primo rapporto “piacevole” , il 35 per cento lo riteneva invece deludente, il 17 per cento indifferente ed il 16 per cento addirittura traumatico. Meglio per molti, quindi, attendere il momento più propizio per una scelta così importante.




Ma non solo, oggi assistiamo anche ad un calo di interesse verso il sesso. Per i giovani sono più importanti gli amici, la scuola, lo sport ed i viaggi. E la verginità torna quindi ad essere un valore importante, come dimostrano le molte associazioni nate proprio per difenderla, come l’Ava ( “Amore vero aspetta” ), iniziativa nata in America ed oggi estesa in 76 paesi, che invita i giovani a sottoscrivere questa scelta, con incontri nelle scuole, nelle chiese e nei gruppi giovanili.



Tag:


Presente in:

Psicologia - Sesso

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)