Sicurezza internet: si moltiplicano le minacce di frode telematica

Tecnologia - Sicurezza





Secondo i più recenti dati statistici, raccolti attraverso Symantec Internet Security Treath Report, l´analisi condotta dalla società di sicurezza informatica americana per monitorare l´evoluzione degli attacchi attraverso la Rete, le banche americane e le società che emettono carte di credito hanno perso circa 1,2 miliardi di dollari in un anno a causa dell´ultima truffa online, denominata phishing.


Dall´inizio del 2004 più di 50 milioni di americani hanno ricevuto e-mail spedite per ottenere numeri di carte di credito o di conti , password e informazioni su transazioni online a scopi fraudolenti. Apparentemente i messaggi sembrano provenire dall´istituto bancario dell´utente o dai siti di e-commerce sui quali si sono effettuati acquisti. Fra i marchi più utilizzati dai truffatori per raggirare gli utenti compaiono nomi quali U.S. Bank o City Bank. Perché i messaggi truffa appaiano ancor più credibili, poi, è possibile che i mittenti vi inseriscano un link che apparentemente consente di accedere ad un sito Web autentico, ma che in realtà collega ad un sito contraffatto o persino una finestra a comparsa identica al rispettivo sito ufficiale. Entrati in uno di tali siti fasulli o rispondendo ad un´e-mail, è possibile fornire senza volerlo informazioni personali che possono essere utilizzate da sconosciuti per acquistare prodotti, richiedere una nuova carta di credito o alterare l´identità dell´utente.


Per fare fronte al fenomeno dilagante del phishing le principali software house di antivirus hanno messo a punto nuovi prodotti o migliorato quelli già esistenti. Symantec, ad esempio, propone dallo scorso settembre un pacchetto di servizi chiamato Online fraud management che seleziona le e-mail ricevute ed avvisa il sito vittima della frode che quest´ultima è in corso, suggerendo di adottare le misure adeguate per fare chiudere il portale fasullo.


Insieme ad altre società informatiche, tra cui Microsoft, RSA Security, Visa e McAfee, poi, Symantec ha creato l´Anti-Phising Working Group, un´associazione industriale per combattere il fenomeno delle frodi ondine ed offrire le competenze di esperti del settore a banche, aziende ed utenti privati.


Esistono comunque alcune semplici ma efficaci misure precauzionali che aiuteranno tutti noi a non cadere vittime di operazioni di phising. Occorre innanzitutto evitare di rispondere a messaggi di posta elettronica che richiedono informazioni personali. Nel caso si reputi che l´e-mail sia autentica, è meglio rivolgersi alla società che l´ha inviata per averne conferma. È bene poi non utilizzare i collegamenti per accedere ai siti di banche o società di e-commerce contenuti in un messaggio di posta elettronica di dubbia provenienza, dato che potrebbero fare accedere l´utente ad un sito contraffatto.


È buona abitudine anche quella di verificare periodicamente l´estratto conto della propria banca e i movimenti effettuati, in modo da riuscire a contenere i danni di un´eventuale frode di cui si è rimasti vittime. Se ci si accorge di aver subito un´azione di phishing, va subito denunciata la truffa all´azienda oggetto di contraffazione, non utilizzando ovviamente i dati contenuti nell´e-mail fasulla, ma digitando l´indirizzo internet dell´azienda direttamente nella barra degli indirizzi del browser Internet.


Tag:


Presente in:

Tecnologia - Sicurezza

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)