Sironi metafisico. l’atelier della meraviglia.

Cultura - Arte



La Fondazione Magnani Rocca ospita fino al 15 luglio 2007 la prima mostra italiana su Sironi Metafisico. Ancora una volta, a distinguere la programmazione della Fondazione di Mamiano di Traversetolo, presso Parma, è il connubio tra la qualità e l’eleganza delle proposte espositive, il tutto inserito in un contesto davvero unico fornito dalle collezioni permanenti della Villa che fu di Luigi Magnani: da Tiziano, a Tiepolo, Dürer, Van Dick, Canova, Goya, Gentile da Fabriano, Filippo Lippi ma anche Monet, Cézanne, de Staël sino alla grande raccolta di Morandi e di artisti del Novecento italiano.


Raramente la figura e l’opera di Mario Sironi vengono messe in relazione con la pittura metafisica. Eppure, al periodo metafisico sironiano dobbiamo alcuni dei suoi capolavori e una splendida serie di disegni. E non solo: a partire da quel momento la componente metafisica rivestì un’importanza fondamentale nello sviluppo della sua arte e del suo universo di immagini lungo tutto l’arco degli anni venti e dei primi trenta, fino a una breve stagione “neometafisica” nel periodo della seconda guerra mondiale.


La mostra e il catalogo che l’accompagna costituiscono il primo intervento specifico sulla metafisica sironiana. E per la prima volta si intende presentare raccolti al pubblico i rari dipinti della fase di transizione tra futurismo e metafisica e quelli del periodo più strettamente metafisico, accompagnati da una vasta selezione dei disegni coevi, tra cui preziosi inediti. Segue un’attenta selezione di opere degli anni successivi, scelte tra quelle che mostrano più evidentemente presenza, persistenza e importanza della componente metafisica nella produzione e nella cultura pittorica sironiana degli anni venti e dei primi anni trenta. Dipinti e alcuni disegni della fase “neometafisica” concludono la mostra, resa possibile dalla generosa collaborazione di numerosi importanti musei italiani e stranieri e di prestigiose collezioni private fra le più segrete.


Anche la sede, la Fondazione Magnani Rocca, è ideale per il tema, sia per la presenza nel museo di opere chiave della pittura metafisica (e basti qui citare la Natura morta morandiana del 1918), sia per il tipo di bellezza sospesa ed evocativa, appunto “metafisica”, della villa e del parco in cui la Fondazione ha sede.



Per informazioni:

SIRONI metafisico. L’atelier della meraviglia

Mostra a cura di Andrea Sironi

Fondazione Magnani Rocca

Parma - Mamiano di Traversetolo

Fino al 15 luglio 2007

Tel. 0521 848327 / 848148 Fax 0521 848337

info@magnanirocca.it


Tag:


Presente in:

Cultura - Arte

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)