Società: abbasso il profumo

Cultura - Attualità



No fragrances allowed - Vietato l´ingresso ai profumi. Potrebbe essere il prossimo avviso sulla porta d´ingresso di locali e mezzi pubblici USA. Tra tutti quei segnali che vietano l´ingresso a chi fuma, detiene una pistola o un coltello, oppure ha in mano un gelato o un panino, vedremo forse anche un avviso relativo ai profumi. Probabilmente c´è già qualcuno che sta pensando all´immagine più adatta: meglio un naso contento in campo azzurro, o una boccetta di Chanel sbarrata?

Guerre in vista non ce ne sono, la battaglia contro il fumo è stata praticamente vinta, e gli americani senza un nemico da combattere non ci sanno proprio stare. Parte così la crociata contro i profumi, accusati di coprire quegli odori naturali già compromessi dall´inquinamento. Nello stato americano del Connecticut una fondazione per la difesa delle persone allergiche ha apertamente accusato i profumi di danneggiare chi soffre di allergia, ottenendo il divieto di usare profumi in classe.

La crociata anti-profumo sta prendendo piede anche in Canada. In alcune città i profumi sono stati banditi da locali, mezzi pubblici, scuole, ed è considerato politically-correct astenersene dall´uso in ufficio o in qualunque altra circostanza che comporti la vicinanza di altre persone, soprattutto all´interno di spazi chiusi. L´industria del settore è già in stato di allarme: l´associazione produttori cosmetici sta infatti sperimentando un profumo a corto raggio, che possa essere sentito solo a distanza molto ravvicinata. L´ipotesi di una abolizione della distribuzione dei prodotti profumati comporterebbe un eccezionale tracollo economico, meglio quindi la soluzione del compromesso.

L´allarme-profumo non sembra però turbare la medicina. Secondo gli allergologi, infatti, i profumi possono causare allergie soltanto per contatto o, al limite, interagendo coi raggi ultraviloletti. Si tratterebbe sempre comunque di allergie cutanee. A livello olfattivo si può al massimo parlare di intolleranza. Un esempio? L´odore della benzina: è fastidioso, può dare un momentaneo senso di malessere, ma non dà intossicazione.

Come spesso accade, la soluzione migliore sta a metà dei due opposti. Non c´è niente di male nell´usare un profumo, l´importante è farlo in modo discreto, ricordandosi che un profumo non deve coprire gli odori personali, ma renderli più seducenti. Un´eccessiva dose di profumo dà un´idea di volgarità e scarsezza di igiene. E se il caldo estivo non ci lascia proprio tregua, meglio ricorrere a un deodorante neutro o, cosa anche più piacevole, a una doccia in più.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)