Societa´: con il 2000 nasce l´italia multietnica

Cultura - Attualità



Difficile non averci fatto caso. Quando, nelle prime edizioni del Duemila, i telegiornali hanno fatto a gara per mostrare il primo bimbo nato in Italia nel nuovo anno, molti erano i volti sorridenti di mamme straniere. Tanto che tre giorni fa, quando sul Corriere della Sera e´ apparsa la foto del vincitore, non ha fatto sorpresa sapere che si chiama Xiao Shi, ed e´ un piccolo cinesino, figlio di una famiglia di immigrati da Shanghai, nato alle 0,01 del primo gennaio 2000 nella sala parto dell´Ospedale Sant´Orsola di Bologna.

E´ il segnale, ormai definitivo, che anche il nostro paese e´ indirizzato sempre piu´ verso una multietnicita´ che, volenti o nolenti, dobbiamo cominciare ad affrontare seriamente. Nel 1998, secondo i dati Istat dei 532.834 nati vivi ben 21.000 erano stranieri. Una percentuale ancora piccola, ma in continua crescita e che per ora ci permette di evitare la crescita zero. E sono in aumento anche i matrimoni misti e gli studenti stranieri (sei volte rispetto ad otto anni fa).

Gli stranieri come serbatoio di popolazione quindi? Sembrerebbe proprio cosi´ ed e´ un bene per l´Italia che, secondo l´Onu, ha il preoccupante primato di nazione piu´ vecchia del mondo con 1,2 figli per donna (contro i 2,6 della media mondiale) ed il 22 per cento della popolazione al di sopra dei 60 anni (nel mondo sono il 10 per cento). Tanto che tra 50 anni dagli attuali 57 milioni scenderemo a 36,8 milioni.

Neppure l´immigrazione quindi potra´ fare miracoli, ma i cosiddetti neoitaliani rappresenteranno comunque una fetta importante della nostra societa´. L´Italia, del resto, e´ uno dei pochi paesi dove riescono a convivere numerose etnie, a differenza di altri paesi europei come Germania e Francia dove l´immigrazione e´ quasi monoetnica. Marocco, ex Jugoslavia, Filippine, Albania, Cina, Senegal, Sri Lanka: attiriamo indifferentemente popoli da ogni parte del mondo. E questa mescolanza, secondo gli esperti di demografia, non potra´ che portare benefici. E voi, che ne pensate, e´ davvero cosi´? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)