Società: una carta rosa per le donne

Cultura - Attualità



Milano è donna. Grazie a due iniziative dedicate al mondo femminile ideate da Provincia Donna. La prima, fortemente voluta dal presidente della Provincia milanese Ombretta Colli, è una sorta di carta dei servizi riservata alle donne. Si chiama Pink Card ed è un progetto ideato per sostenere le donne nella vita di tutti i giorni e per favorirne l’indipendenza sociale ed economica. Uno strumento prezioso ed esclusivo, che permette vantaggi effettivi, concreti, e quotidiani. La seconda l’Osservatorio Servizi per la Donna che, grazie ad un numero verde (800-097999) , mette a disposizione un’équipe di assistenti sociali che ascoltano i problemi delle donne e forniscono risposte e soluzioni concrete.




Sono due le Carte Rose che è possibile richiedere. Pink Card Servizi, propone alle donne maggiorenni della Provincia di Milano convenzioni e agevolazioni per salute, casa e famiglia, lavoro e formazione, benessere e sport, cultura e tempo libero presso più di 200 punti sul territorio. Invece Pink Card carta di credito, promossa con Banca Popolare di Milano, offre, in aggiunta ai servizi precedenti, un vantaggioso conto corrente presso Bpm che propone ulteriori interessanti opportunità: la carta Bancomat, la Cartasì rateale, la polizza assicurativa contro il furto e lo scippo e servizi di banca a distanza.




La Pink Card carta di credito permette inoltre di accumulare sconti che saranno accantonati per “costruire” una pensione integrativa o una polizza assicurativa. Per la titolare di Pink Card carta di credito è anche previsto il servizio esclusivo DayMedical, gratuito per il primo anno: una serie di servizi utili creati per il miglioramento del benessere e della salute personale e della propria famiglia. Le Carte sono attive da fine ottobre 2001, e il portafoglio delle aziende convenzionate sarà progressivamente ampliato e aggiornato. Per richiedere la Pink Card base basta presentarsi dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 (da lunedì a venerdì) presso la Direzione progetto politiche femminili della Provincia di Milano (via Vivaio 1, Milano).




Nel marzo del 2000 è nato invece l’Osservatorio Servizi per la Donna al cui numero verde 800-097999 sono arrivate sino al 28 febbraio di quest’anno 2000 telefonate, compreso qualche uomo. Un’indagine appena conclusa, effettuata sul primo anno di attività, ha rivelato dati interessanti. Il 60,5 per cento delle chiamate sono state effettuate da donne di età compresa tra i 31 e i 50 anni, quindi l’età di mezzo. Gli argomenti di preoccupazione maggiore sono la famiglia - il 57 per cento chiede consulenza legale e il 53 per cento un aiuto sociale – e il lavoro, in cui il 49 per cento riguarda la ricerca di un’occupazione e il 47 per cento il diritto del lavoro, mentre solo il 3 per cento coinvolge i trattamenti previdenziali.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)