Società - Giochi



Essere donna significa mantenere il proprio io femminile mettendosi in gioco ed accettando pienamente questo tipo di relazione.
Ovviamente, è necessario scegliere il gioco giusto per i partecipanti, l´occasione ed il momento giusto. Per questo è bene vagliare con attenzione le opzioni, che si abbia il ruolo di padrona di casa ed arbitro della situazione o semplicemente di una delle partecipanti.
I giochi per bambini sono i più diretti, basati su elementi basilari: azione, divertimento, coinvolgimento immediato. Unica regola, cercare che l´eccitazione non diventi incontrollabile e fare in modo che tutti i presenti abbiano la loro parte di piacere. Perciò, attenzione ai soggetti più timidi, spesso bambine: tutti si divertono a tirare le trecce della più introversa, ma lei no. In questo caso è giusto intervenire.
Coi ragazzi, la cosa è più complessa: a metà tra la fanciullezza e l´età adulta, oscillano tra giochi spensierati, basati sul puro scatenarsi, e quelli più intellettuali, di ragionamento.
Oltretutto, le differenze diventano più marcate: una ragazzina, il cui corpo inizia a cambiare, può non trovare piacere in un gioco che la rende oggetto di attacco dei maschi, più propensi al contatto.
Perciò, i passatempi per ragazzi sono più regolati e complessi e possono comprendere giochi da tavolo, in quanto i presenti capaci di apprezzare un piacere meno immediato e regole abbastanza complicate. In ogni caso, è bene che l´arbitro, o l´adulto responsabile, tenga a mente che i ragazzi sono, in fondo, ragazzi: se le femmine mostrano una maturità spesso sorprendente, i ragazzi possono essere bambini troppo cresciuti, bisognosi di essere di quanto in quanto frenati.
I giochi per adulti sono cosa totalmente diversa.
L´obiettivo primario non è tenere a freno l´esuberanza, ma stimolare la partecipazione: quando studio, lavoro e famiglia, non è facile avere energie per spassarsela. Due sono le cose da valutare: il momento, in modo da evitare periodi di sovraccarico lavorativo o familiare, e l´adattabilità delle regole, per evitare una rigidità stancante.

Giocattoli per i grandi di domani


E per Natale…giocattoli senza pile e senza alcun tema bellico. Ecco qualche idea di Calesita

Continua

Curiosità: più reattivi con i videogiochi.


Aumentano gli studi che sottolineano i benefici di un uso moderato dei videogame. L’ultimo, di un’università americana, conferma l’incremento dei riflessi stimolato dai cosiddetti ...

Continua

La teoria del divertimento


Ricordate Mary Poppins al suo primo incontro con i ragazzi Banks? Bisogna mettere in ordine la stanza, ma è più facile… con un poco di zucchero!

Continua

Manga: la mania dei fumetti giapponesi


Hanno meno dialoghi di un monologo di Ionesco ma fanno impazzire i giovani di tutto il mondo. Ecco una mappa sul mondo manga.

Continua

Giocare con la carta


La raccolta differenziata della carta è importante.

Continua

Trudi e wwf insieme ai piu’ piccoli


Un viaggio alla scoperta della biodiversità e a scuola di ecoscienza perché il sogno di un pianeta vivo diventi realtà

Continua

Hobby: volere volare


Tornano di moda gli aquiloni, simbolo di libertà e passatempi dei tempi andati, diventati sempre più tecnologici e spettacolari. Ecco gli appuntamenti estivi da non perdere per appassionarsi di ...

Continua

Pokemon: l´assalto dei mostriciattoli


Nel 2000, nel mondo, spenderemo un dollaro a testa per questi personaggi, meta´ animaletti meta´ mostri, che hanno fatto impazzire Giappone e Stati Uniti e stanno facendo la fortuna della Nintendo.

Continua

Giochi: ritorno alla tradizione.


Bambole, costruzioni, peluche. I giochi di una volta sfidano, il prossimo Natale, i videogames tecnologici. Sarà dura, ma i dati dimostrano che le loro vendite sono in recupero.

Continua

Bau bau chip


Va a ruba in Giappone il cane-robot

Continua
«  1  | 2 |  3  |  »   Pagine 2 di 3