Solidarietà: san valentino aiuta la distrofia.

Medicina - Attualità



Un San Valentino diverso dal solito. Dove il cuore, più che guardare agli affetti personali e più vicini, per una volta si apre anche a chi davvero ha più bisogno. Lo propone l’associazione internazionale Parent Project, onlus che promuove la ricerca contro la distrofia muscolare Duchenne, malattia che colpisce un bambino ogni 3.500 nati vivi e che gradualmente indebolisce tutti i muscoli del corpo, tra cui il cuore. L’associazione, da oggi sino a lunedì 14 febbraio, giorno di San Valentino, sarà nelle piazze delle principali città italiane con un’iniziativa intitolata “Facciamo i conti con il cuore”.



Per sensibilizzare su questa grave malattia genetica che colpisce i bambini, nelle piazze di una trentina di città e comuni italiani (tra cui Bari, Bergamo, Bologna, Milano, Pisa, Roma e Verona) saranno allestiti dei banchetti dai volontari dell’associazione. Al pubblico verrà distribuita una bustina di semi di “non ti scordar di me”: un piccolo, simbolico dono a chi sostiene la campagna de un messaggio di speranza affinché i bambini affetti da distrofia muscolare Duchenne possano un domani “sbocciare” grazie alla scoperta di una terapia. Tutti i bambini, inoltre, riceveranno dei palloncini a forma di cuore e i gadget personalizzati dell’associazione.



A sostenere questa campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi ci saranno anche vip e personaggi noti, come Stefano Accorsi, Valentina Cervi, Gian Marco Tognazzi, Milena Miconi, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria, Valerio Mastrandrea, Sabrina Impacciatore e Rolando Ravello, che sarà possibile incontrare in alcuni banchetti della capitale, il giorno di San Valentino. Una dimostrazione di solidarietà del mondo dello spettacolo a questa iniziativa.



La campagna, che vede il patrocinio del Parlamento Europeo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza della Regione Lazio, dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Promozione della Salute del Comune di Roma e dell’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio e la collaborazione del CIAL, Consorzio Imballaggi Alluminio, che ha messo a disposizione della manifestazione sei “riciclette” , delle speciali biciclette costruite con materiale riciclato, ha l’obiettivo di finanziare la ricerca scientifica, migliorare la terapia per allungare le aspettative di vita dei bambini e assistere le famiglie (si stima che in Italia siano 5.000 i bambini malati).



Per conoscere le piazze italiane in cui saranno presenti i banchetti di Parent Project Onlus, è possibile visitare il sito www.parentproject.org o telefonare al numero verde gratuito 800-943.333.



Info:

Parent Project Onlus

Tel. 06-66182811; fax 06/182320

e-mail: segreteria.roma@parentproject.org


Tag:


Presente in:

Medicina - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)