Sport: divertimento sulla neve

Sport - Sport invernali



I più fortunati e previdenti oggi si staranno gustando le prime, timide discese. Per gli altri è tempo di prepararsi. La stagione sciistica 2002-2003 è infatti già partita ufficialmente, anche se in sordina, in molte località. Proprio ieri ha aperto il Dolomiti Superski, il più grande comprensorio del mondo, con 1220 chilometri di piste distribuite tra il Veneto ed il Trentino-Alto Adige. Non tutte le piste sono aperte, ma manca poco. Ecco allora una guida sulle ultime novità del settore. Per gustarsi al meglio una vacanza sulla neve.




Per gli appassionati di discesa il trend più intrigante si chiama ski cross. E’ una via di mezzo tra una gara di discesa ed il motocross. Si scende, infatti, in quattro tutti insieme su un percorso spettacolare pieno di salti, dossi e cunette. I primi due arrivati passano la selezione e si cimentano nella manche successiva. Per praticarlo sono stati addirittura inventati degli sci apposta, più corti e sciancrati, ma si può fare anche con lo snowboard (in questo caso si chiama boarder cross). Indispensabili anche casco e paraschiena. E’ una disciplina non ancora riconosciuta dalla federazione, ma che si può già provare a Chiesa di Valmalenco, in Lombardia.




Per i meno spericolati il mercato offre attrezzature sempre più comode e sofisticate. Si va dalle nuove tute antiscivolo, che frenano le cadute, ai soliti sci “da carving” , ormai un “must” da qualche anno, in grado di curvare praticamente da soli. Principe della neve, soprattutto per i più giovani, resta lo snowboard. Ormai quasi ogni località che si rispetti ha il suo snow park, un’area attrezzata con salti (jumps) e mezze lune (half pipe), che si può frequentare anche con gli sci da carving.




Sempre più attenzione viene posto anche al dopo sci, ovvero alle attività alternative alle semplici discese. Si va dal corso di cucina ladina all’escursione ai vecchi masi di montagna, dal trekking di 40 chilometri nei boschi alla scoperta dell’antichissima e suggestiva pieve diroccata. Le offerte davvero non mancano, lanciando al galoppo la fantasia. Dulcis in fondo, per finire una giornata alla grande, c’è ormai la “classica” discesa in notturna, disponibile su moltissimi impianti.



E i bambini? I gestori hanno pensato anche a loro, coccolandoli e viziandoli a più non posso. Qualche esempio? Il Cimonlandia di Cimone, il più grande baby park in Italia, una pista grande come un campo da calcio riservata solo ai più piccoli dove si può imparare a sciare divertendosi, che già l’anno scorso ha avuto un successo inaspettato. La novità di quest’anno è invece il ristorante per bambini, una via di mezzo tra un kinderheim e un baby park, come quello offerto al Kron di Plan de Corones. Aperto dalle 11,30 alle 15,30 e vietato agli “over 12”.



Tag:


Presente in:

Sport - Sport invernali

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)