Streghe e maghe: altro che cattive!

Società - Donna



Merito anche del film-cult The Blair Witch Project, ma le streghe sono tornate davvero di moda. Anzi, sono state addirittura rivalutate. Ne è un esempio un convegno intitolato Streghe, fascino e mistero. Seduttrici perverse o incantatrici sedotte? tenutosi lo scorso mese a Sassello, piccolo borgo sulle alture di Savona.

Si sono dati incontro sacerdoti, medium, psicologi e farmacisti, per parlare di stregoneria ma anche di pozioni magiche. O meglio di donde, come sono chiamate le fattucchiere da quelle parti. Con la rievocazione del mito di Wasa, la strega più celebre di Sassello. E c´era anche una delegazione proveniente da Triora, vicino ad Imperia, la Salem italiana dove nel 1588, in un processo voluto dall´Inquisizione di Genova, vennero bruciate 400 basore, ovvero streghe.

Il risultato del convegno è stato che strega è bello. Anzi utile. E´ merito loro, ad esempio, se negli anni di pestilenza e carestia nelle campagne savonesi la vita andava avanti comunque. Curando i malanni con le erbe, facendo le levatrici e cucinando il cibo con semplici fiori e frutta. E i filtri d´amore? Anche questo è un luogo comune da sfatare. Si trattava, infatti, solamente di profumi a base di essenze utili per coprire l´odore di stalla e di selvatico a fidanzate e spose.

Le streghe in realtà - ha spiegato lo psicologo Fabio Parigi - non erano altro che donne spesso più belle delle altre, perciò invidiate e quindi perseguitate, proprio perché rappresentavano la personificazione dell´eterno femminimo che incute timore. Grave errore - ha commentato il sindaco di Sassello, Paolo Badano - le maghe da sempre hanno aiutato l´uomo.

E voi, credete che le streghe fossero buone o cattive? Rispondete al sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Società - Donna

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)