Terremoti: un anno nero

Tecnologia - Ambiente



Pare proprio che la nostra cara e vecchia terra voglia scrollarsi di dosso questo millennio che sta per finire davvero con troppa foga. Turchia (7,4 gradi Richter il 17 agosto, 15 mila morti), Grecia (5,9 gradi il 7 settembre, 124 morti), Taiwan (8,1 gradi il 21 settembre, 2000 morti), Messico (7,5 gradi il 30 settembre) e per finire Los Angeles (7,1 gradi il 16 ottobre). Gli ultimi mesi ci hanno regalato una catena davvero impressionante di terremoti catastrofici, con migliaia di vittime. Tanto da far accendere la miccia alle paure millenaristiche. Tra millennium bug, terremoti e catastrofi assortite, che sia davvero cosi´ vicina la fine del mondo di biblica memoria?

Restando nel campo dei fenomeni geologici, il 1999 ha si´ visto una serie di terremoti spaventosi, ma, secondo il parere degli esperti, non e´ stato peggio di altri. Il mondo - ha spiegato Alice Walker, sismologa dell´Osservatorio geologico di Edimburgo - e´ mediamente colpito da almeno 18 terremoti al settimo grado o anche piu´ forti, e altri quattro o cinque superiori ai 7,6 gradi. Questo non e´ stato un anno particolarmente attivo, ma e´ diventato, un anno nero per colpa di circostanze sfortunate. La sfortuna, e´ stato che i terremoti piu´ forti hanno colpito aree densamente abitate.

Ma come avvengono i terremoti? La base della risposta sta nella teoria della tettonica a zolle di Rudolf Wegener, che per primo parlo´ delle grandi placche di crosta terrestre, che si muovono e si scontrano. Placche che si spostano e possono scontrarsi, come e´ avvenuto in Turchia, salire una sull´altra, come a Taiwan, o addirittura spaccarsi, come in Grecia. E, voi, credete che questi terremoti catastrofici siano un segno della fine del mondo? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Tecnologia - Ambiente

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)