Terza eta´: tutti collegati

Cultura - Attualità



E se una domenica nel varcare la soglia di casa notaste che la scena e´ cambiata: non piu´ il classico quadretto caminetto acceso, gatto/cane accovacciato sul tappeto, nonno con occhiali abbassati ronfante nel solito giornale e nonnina sferruzzante, ma entrambi incollati ad un video illuminato (che non e´ la tivu´), esultare felici brandendo un mouse? Beh, non ci sarebbe da stupirsi cosi tanto: i cybernonni esistono eccome e stanno aumentando.

Le statistiche (su campione americano) sono chiare: sono il 16,5 per cento dei navigatori e utilizzano la rete principalmente per inviare o ricevere e-mail, per raccogliere informazioni quotidiane, meteorologiche o di viaggio. C´e´ poi una larga fascia (40 per cento) che si serve di Internet per ottenere una consulenza sui propri investimenti.

Anche in Italia - se pur piu´ lentamente - sono in sensibile aumento ex-professionisti o pensionati che navigano alla ricerca di informazioni sicure circa gli investimenti borsistici. Settore questo da accostare sempre con la dovuta cautela data la sua naturale instabilita´. Ma cio´ e´ utile per capire come ci sia una sempre maggiore tendenza all´autonomia, un volersi dar da fare individualmente per poi prendere soggettive decisioni su questioni fondamentali: finanze, salute, tempo libero.

Questa fascia (in continuo aumento) di persone sembra avere le carte in regola per essere l´utente ideale della rete. Molto tempo a disposizione, (superata la fase carriera, famiglia, figli), esperienza di una vita e grande capacita´ di operare sagge scelte, spesso anche denaro messo da parte ma soprattutto un eterno problema: la solitudine. Che la rete sembra poter risolvere egregiamente.

Tanti sono gli anziani che in Internet hanno individuato un mezzo efficacissimo per impiegare le loro giornate. Gruppi di discussione, ricerca di informazioni, scambio di posta elettronica. Difficoltà di apprendimento? Gia´ in rete la lista dei siti specializzati per la terza eta´ e´ lunga, aggiungiamoci anche le iniziative promosse da alcuni comuni che educano e assistono al contempo (Trieste, Bologna e Milano su tutti) o i centri no profit che organizzano corsi specifici per provetti cybernonni.

In ogni caso, dovessero mancare nella propria citta´ di residenza tutte queste comodita´, rimangono sempre i nipoti… Non temete, sapranno essere dei perfetti istruttori informatici. Loro del resto sono figli del computer. E voi, che ne pensate, puo´ Internet aiutare a risolvere il problema della solitudine nella terza eta´? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)