Tutto l’indispensabile per un viaggio in salute.

Medicina - Attualità



Tutto è pronto per partire: in valigia avete messo i vestiti più leggeri e i costumi da indossare in spiaggia, insieme ai prodotti cosmetici per proteggere la pelle dal sole. Non dimenticate, però, un kit di medicinali, che nei viaggi in Italia e soprattutto all’estero, vi aiuteranno a combattere eventuali irritazioni della cute, mal di pancia, cistite e tutti quei disturbi che potrebbero rovinarvi le vacanze se non curati a dovere. I medicinali vanno tenuti nel bagaglio a mano se il viaggio viene effettuato in nave o in aereo, poichè gli sbalzi termici potrebbero danneggiarli, ed alcuni di essi (l’insulina ad esempio) devono essere mantenuti ad una certa temperatura in appositi contenitori termici. Se la vostra meta si trova poi oltreconfine, potrebbe essere utile annotarvi il principio attivo ed il dosaggio dei principali farmaci, che all’estero spesso sono venduti con un nome differente.


Qualunque sia la vostra meta, è bene mettere in valigia i medicinali più comuni antifebbrili ed analgesici (a base di Paracetamolo, Ibuprofen ed Acido acetilsalicilico); ma anche un antidiarroico ed farmaco contro la stitichezza, a cui aggiungere pomate antiustioni, antiallergica ed antibiotica. Un buon disinfettante, insieme a garze sterili e cerotti potranno esservi utili, così come un prodotto repellente in caso di punture di insetti.


Se ci si reca all’estero e si soffre di una malattia cronica, sarà bene farsi prescrivere dal proprio medico curante la quantità di medicine che normalmente vengono assunte necessaria a coprire il periodo di vacanza. Un antibiotico a largo spettro sarà utile in caso di febbre alta prolungata se non è possibile consultare un medico. Se il Paese in cui si trascorre il periodo di ferie si trova poi oltre i confini europei, è bene seguire qualche accorgimento in fatto di cibi e bevande. Meglio evitare di mangiare verdura cruda e frutta non lavata o non pelata, carne cruda o poco cotta, gelati artigianali, pesce crudo. Per dissetarsi è bene preferire all’acqua del rubinetto quella minerale e bevande sigillate, che però non vanno raffreddate con cubetti di ghiaccio. Prima di partire per mete lontane, infine, è consigliabile sottoporsi ad un controllo medico, che aiuterà a stabilire se le condizioni di salute del soggetto sono idonee al viaggio (soprattutto in caso di soggetti affetti da patologie o donne in gravidanza).


Un’attenzione particolare va riservata, infine, ai viaggiatori più giovani. Quando si parte con un bambino, occorre accertarsi che il luogo scelto per la villeggiatura sia dotato di farmacie e ospedali facilmente raggiungibili. Il pediatra, poi, saprà consigliare i medicinali più utili da mettere in valigia per combattere raffreddori, rialzi della temperatura, scottature solari. È meglio rivolgersi ad una struttura ospedaliera nel caso il piccolo presenti vomito o diarrea e non riesca ad assumere liquidi per bocca; quando la febbre persiste nonostante la somministrazione di farmaci; se le punture di insetti provocano reazioni cutanee eccessive, causano difficoltà respiratorie o uno shock anafilattico; in caso di colpo di calore.


Se alla medicina tradizionale preferite i rimedi naturali, la propoli e l’echinacea aiutano a stimolare le difese dell’organismo, mentre l’arsenicum album, assunto continuativamente alcuni giorni prima della partenza fino alla fine del viaggio, combatte tifo, colera e dissenteria. Contro le scottature solari, poi, andranno benissimo i granuli di Apis e Belladonna (da assumere per bocca), oppure una pomata a base di Calendula o aloe vera.


Tag:


Presente in:

Medicina - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)