Un excursus nella pittura del novecento.

Cultura - Arte



La città di Arezzo che agli inizi del Novecento riunì idealmente intorno alla figura di Piero della Francesca alcuni protagonisti del secolo, da De Chirico a Casorati, da Morandi a Balthus, da Soffici a Severini, ospita dal fino al 6 giugno nella cornice del Museo Civico d’Arte Moderna e Contemporanea la mostra Da Picasso a Botero. Capolavori dell’arte del Novecento.


Promossa dal Comune di Arezzo, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Toscana, l’ampia rassegna, curata da Vittorio Sgarbi e Giovanni Faccenda, ripercorre le vicende artistiche del secolo appena concluso attraverso oltre settanta capolavori di Maestri come Picasso, Matisse, Toulouse-Lautrec, Magritte, Ernst, Botero, Balthus, Arman, César, Hartung e poi, ancora, De Chirico, Savinio, Morandi, Rosai, Marino Marini, Manzù.


“Cosa c’entra, Piero della Francesca, con l’arte del Novecento e con gli artisti presenti in mostra? Tanto, tantissimo, anche quando sembrerebbe il contrario. La riscoperta critica di Piero della Francesca come parte integrante della modernità artistica, dovuta innanzitutto al celebre saggio di Roberto Longhi per la collana di Valori Plastici (1927), ha istituito un nuovo valore estetico e intellettuale con il quale tutto il mondo artistico, non solo quello italiano, ha dovuto comunque confrontarsi, nel bene e nel male, sposandolo o rinnegandolo”. Così Vittorio Sgarbi nel saggio introduttivo alla mostra. “Questo nuovo umanesimo, questa nuova figurazione di trascendenza metafisica percorre come un filo rosso la mostra di Arezzo, come un metro di paragone che ora sembrerebbe più forte e evidente, ora così sottile da poter apparire evanescente, ma sempre esistente anche quando non viene adottato dagli artisti in modo palese, perfino quando funziona da “altro” da cui distanziarsi”.


Innumerevoli i capolavori esposti: basti citare alcune delle opere di Giorgio de Chirico come Cavalli con Dioscuri in riva al mare del 1929 (olio su tela), Cavallo e zebra del 1938 (olio su tela), il malinconico Autoritratto (1955 ca., olio su tela), l’enigmatica Piazza d’Italia del 1955 ca. (olio su tela), dove l’inquietante atmosfera metafisica si apre al nuovo gusto di rivisitazione dell’antico con sensibilità contemporanea. E, accanto a De Chirico, le opere del fratello Alberto Savinio e tutto il filone surrealista rappresentato, nei suoi diversi momenti storici, dalle opere di Max Ernst, Magritte, Dalì, Masson, Mirò, e dalle successive generazioni del Surrealismo esemplificate, ad esempio, dalle creazioni di Wifredo Lam, Sebastian Matta, Pierre Alechinsky.


Presenti al gran completo anche i grandi Maestri italiani del Novecento: da Massimo Campigli a Gino Severini, da Ottone Rosai a Virgilio Guidi, da Marino Marini a Manzù, da Morandi a Morlotti, da Mimmo Paladino a Guttuso, da Michele Cascella ad Aligi Sassu, da Mimmo Rotella a Giulio Turcato, a Mario Schifano, per citare solo alcuni nomi.


Ed infine, a chiusura della mostra, alcune opere significative di affermati artisti italiani delle ultime generazioni, quali Marco Lodola, Salvatore Emblema, Bruno Ceccobelli, Lucio del Pezzo, Piero Guccione, Antonio Pedretti.


Come sottolinea Vittorio Sgarbi, “la mostra Da Picasso a Botero, ragiona del passato prossimo e remoto secondo una linea di diretta continuità col presente, rivivendolo contemporaneamente secondo prospettive interpretative consuete e meno consuete, non per un divertissement narciso o un gusto dell’arbitrio fine a sé stesso, ma nell’auspicio che l’esperimento possa smuovere le acque più stagnanti del conformismo e stimolare nuove possibili intuizioni, nuove linee di lettura”.


Da Picasso a Botero. Capolavori dell’arte del Novecento


Museo Civico d’Arte Moderna e Contemporanea, Piazza San Francesco 4, Arezzo.


Tel. 0575 377506 – 0575 377509


Orario: dal martedì al venerdì ore 10.00-13.00; 16.30-19.30. Sabato, domenica e festivi ore 10.00-13.00; 16.00-20.00. Chiuso il lunedì.


Tag:


Presente in:

Cultura - Arte

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)