Una favola contemporanea dall ’ambientazione gotica.

Cinema - Film



È inevitabile citare il fenomeno di massa Harry Potter per presentare la trama di un film tanto insolito, misterioso ed affascinante qual è Lemony Snicket. Una serie di sfortunati eventi, da settembre a noleggio e in vendita in videocassetta e dvd. Due realizzazioni molto diverse, eppure quasi analoghe, che parlano di avventure infantili e che ruotano attorno alle vicende del un mago bambino creato da J.K. Rowling la prima, e alle avventure dei fratelli orfani nati dalla penna di Daniel Handler la seconda. Tratte entrambe da serie di romanzi per ragazzi che hanno ottenuto un immenso successo ancor prima di approdare al grande schermo. E, dopo la saga che ha visto protagonista è stato lo spirito positivo del maghetto Harry Potter, ecco finalmente un cambio di rotta, con la riduzione cinematografica dei tre primi libri (ovviamente condensati e semplificati) di una saga edita da Salani e giunta già al nono volume. Autore ne è lo scrittore statunitense Daniel Handler, in arte Lemony Snicket, che dà vita ai tre piccoli orfani Baudelaire e al loro mondo bizzarro e desolato.


Tutto ha inizio quando Violet (la maggiore, quattordicenne abilissima con le invenzioni), Klaus (divoratore di libri) e la piccola Sunny (con il vizio di mordere tutto ciò che le capita sotto mano) vengono informati dell’incendio della loro casa, durante il quale sono deceduti i genitori. Si avvia allora per i tre piccoli orfani una vera e propria odissea, durante la quale, passando di tutore in tutore, sono inseguiti da un lontano parente, il Conte Olaf, ansioso di potersi “occupare” di loro per mettere le mani sulla cospicua eredità della famiglia Baudelaire.


Il ruolo subdolo e malvagio personaggio è stato assegnato dal regista Brad Silberling a Jim Carrey, che nella pellicola dà prova ancora una volta delle sue doti camaleontiche, sfoggiando il proprio repertorio di humor nero nascosto dietro un trucco da oscar, che lo rende irriconoscibile e davvero “spaventoso”. Lo affianca un cast altrettanto talentuoso, con Meryl Streep che veste i panni della fobica e paranoica zia Josephine, Timothy Spall, Catherine O’Hara, Billy Connolly, i giovanissimi Liam Aiken, Emily Browing e le gemelle Hoffman nei panni dei fratelli Baudelaire, fino anche a Dustin Hoffman, che appare in un piccolo cammeo.


Da non dimenticare la fotografia evocativa che porta la firma di Emmanuel Lubezki e le scenografie create nei teatri hollywoodiani per trasportare il pubblico in un universo gotico, magico ed affascinante, che rievoca i racconti dei fratelli Grimm, le favole vittoriane di Dickens o le storie di Roald Dahl.


Preparatevi dunque ad un “film estremamente sgradevole, come avverte una voce fuori campo (nella versione originale è quella di Jude Law), che mette in guardia gli spettatori: “tutti gli amanti delle storie di elfi e di connigli canterini con lieto fine sono ancora in tempo per vedere un’altra pellicola. Questa è un’elettrizzante disavventura che farà drizzare i capelli”. Protagonisti, oltre agli orfani Baudelaire e al Conte Olaf, un terribile incendio, una pasta italiana, sanguisughe carnivore, una vipera incredibilmente mortale, Meryl Streep e un impostore di nome. Le uniche cose che possono rendere la visione ancora più sconvolgente sono i contenuti speciali come il commento e le pessime scene eliminate e le riprovevoli papere.


Sul sito italiano dedicato alla pellicola, oltre al trailer e a tante curiosità sui protagonisti del film, sono a disposizione dei ragazzi tanti giochi divertenti.


Tag:


Presente in:

Cinema - Film

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)