Una montagna di sorprese

Viaggi - Montagna



Se amate la montagna e la buona cucina, programmate un fine settimana autunnale da trascorrere in Trentino. La regione, conclusa la stagione estiva, offre infatti agli abitanti e ai turisti una serie di opportunità imperdibili per imparare ad apprezzare le tradizioni gastronomiche locali, in un panorama naturalistico davvero unico.


Per le vie dei paesi dell’alta valle del Primiero il 28 settembre si celebra la desmotegada, che rievoca un’antica tradizione contadina: quella del rientro delle mucche dalle malghe dopo l’alpeggio estivo. Alla sfilata delle mandrie condotte dai proprietari in abbigliamento tradizionale è abbinato un concorso che premia il gruppo con la miglior decorazione floreale. La festa prevede degustazioni dei formaggi prodotti con il latte di malga: dalla tosela al nostrano stagionato, dal grana alla ricotta affumicata. È possibile usufruire di uno speciale pacchetto soggiorno per l’intero weekend (Ufficio di Primiero: infoprimiero@sanmartino.com).




In Valsugana, a Lochere di Caldonazzo, sabato 27 e domenica 28 settembre, in occasione della festa della transumanza, cengono proposti eventi e appuntamenti per scoprire, a diretto contatto con la natura, le tradizioni locali, la cultura popolare e i sapori della cucina tipica. Un’occasione per ricordare l’antica usanza del ritorno del bestiame dagli alpeggi in quota al termine dell’estate, quando i pascoli costellati dalle tipiche malghe alpine del suggestivo Altopiano di Vezzena, sfiorivano e le mandrie scendevano a valle lungo la ripida Kaiserjägerweg. La festa inizia verso le 10 di mattina, con dimostrazioni delle lavorazioni casearie, degustazioni di prodotti dell’alpeggio tipici della zona, tra cui il formaggio Vezzena; dopo l’arrivo del bestiame, vengono organizzati laboratori per grandi e bambini, si pranza e, nel pomeriggio, è possibile assistere a musica e balli (A.P.T Valsugana: info@valsugana.ifo).


Al frutto autunnale per eccellenza l’Altopiano di Brentonico, alle pendici del Monte Baldo, dedica la festa della castagna, che ha luogo in occasione della raccolta. Per tre weekend consecutivi, nel mese di ottobre, i ristoranti della zona propongono raffinate ricette della tradizione locale, a base di castagne ma non solo. Formaggi di malga e vini. E accanto alle degustazioni, si può cogliere l’occasione di immergersi nei meravigliosi colori della natura dell’altipiano, veramente pregevoli, o visitare il caratteristico borgo di Castione. Non può mancare, infine, un salto nel vicino Polo museale di Rovereto, uno dei più importanti musei d’arte moderna e contemporanea Europa (C.C.I.A.A. di Trento: info@goodwinetrentino.it).


La Traubenkur, ossia la cura dell’uva a cui si sottoponevano gli esponenti della corte asburgica nella meravigliosa conca dell’Alto Garda, ora Trentino, per disintossicare il corpo e la mente con un prodotto naturale, proprio corpo, traendo benefici dalla famosa Traubenkur o, per meglio dire, viene riproposta ancora oggi dall’Azienda di Promozione Turistica del Garda Trentino con l’adesione di numerosi alberghi del proprio ambito. Fino al 5 ottobre, oltre alla distribuzione dell’uva e del mosto, nelle diverse località e negli hotel che aderiscono all´iniziativa, è possibile partecipare a visite guidate fra natura e cultura, assistere a concerti, divertirsi con intrattenimenti vari e degustare i vini, le grappe e gli spumanti del Trentino, ai quali è dedicata una mostra presso il Casinò Municipale di Arco (APT Garda Trentino: info@gardatrentino.it).


Tag:


Presente in:

Viaggi - Montagna

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)