Vacanze: per natale tutti a casa

Viaggi - Mare



Mai come quest´anno il detto Natale con i tuoi sarà così vero. Pochi, davvero pochi gli italiani che si metteranno in viaggio per prossime le vacanze natalizie. E se qualcuno lo farà sceglierà mete a portata di mano, con le nostre montagne in testa. Rarissimi invece i turisti da mete esotiche: le previsioni sono crollate, dovute soprattutto all´effetto 11 settembre ,la crisi che ha colpito tutto il settore turistico all´indomani degli attentati negli Stati Uniti.
Le previsioni parlano di cali nelle prenotazioni del 70 per cento per il
prossimo ponte di Sant´Ambrogio e dell´Immacolata, tra il 7 ed il 9 dicembre, e addirittura dell´80

per cento per Natale e Capodanno. Sono percentuali altissime, superiori a quelle riscontrate negli altri paesi europei, dove ci si è assestati intorno al –30 per cento. Che rischiano di mandare in paralisi un settore, quello dei viaggi, che solo sino a pochi mesi fa andava a gonfie vele. E che adesso dovrà invece fare i conti con perdite previste intorno ai mille miliardi di lire.
Se l´aereo fa paura, il mezzo preferito torna ad essere l´auto. E le nuove mete sono quelle tradizionali, la montagna, gli agriturismi e le città d´arte. Sono queste le uniche voci in attivo nelle prenotazioni natalizie (+20/25 per cento). E´ la riscoperta delle buone cose dietro l´angolo, dei viaggi fuoriporta, dei piccoli borghi di provincia. Già l´anno scorso il Trentino era al primo posto fra le destinazioni di casa nostra, con il 16 per cento di prenotazioni.
Dalla crisi si salvano solo le agenzie online, che hanno avuto una flessione del 30 per cento. Tengono bene anche i viaggi d´affari, così come la presenza di turisti stranieri in Italia, calata appena dell´8,8 per cento. Ma si tratta solo di briciole. Se il governo non ci dà una mano subito – spiega Antonio Tozzi, presidente della Fiavet, la federazione che riunisce le agenzie italiane – entro la fine dell´anno almeno altri 6.000 dipendenti (dopo i 1.500 già licenziati) si vedranno dimezzare orario e stipendio. Saremo costretti a chiudere.


Tag:


Presente in:

Viaggi - Mare

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)