Videogames: divertimento vietato ai minori.

Società - Giochi



Se l’erotismo è un gioco, perché non farlo diventare davvero tale, anche se in modo “virtuale”? E’ quando devono aver pensato alcune case di videogames, che hanno cominciato a lanciare sul mercato i primi giochi da computer o consolle a luci rosse. Una piccola rivoluzione che non mancherà di far discutere (anche se tutti questi prodotti giocano molto sull’ironia e, nella confezione, sono sconsigliati ai minori), come già avvenuto in passato per l’eccessiva violenza di alcuni giochi per computer.



Tra le ultime novità spicca “7 Sins” , gioco per Pc e Playstation prodotto dalla Montecristo, che nello stile assomiglia alla celebre serie “Sims”, richiamata anche nel titolo, che però in questo caso (i 7 peccati) assume un significato che non lascia adito a dubbi. Il protagonista del gioco, che si svolge in un’immaginaria città chiamata Apple City, deve farsi largo in un mix di soldi, lusso e potere. E soprattutto di erotismo, visto che uno degli scopi principali del gioco è quello di sedurre avvenenti fanciulle o la top-model del momento, tutte estremamente disponibili. Il tutto condito con un tocco di voyeurismo ed un pizzico di ironia che non guasta.



Forse meno divertente, perché più che sulla seduzione è basato sul business, ma comunque ugualmente esplicito, è lo strategico in tempo reale “Playboy: The Mansion” (in uscita a marzo per Pc, Playstation e X-Box) della Cyberlore. In questo caso il giocatore deve impersonare le vesti di un novello Hugh Hefner, il magnate ideatore della celebre rivista patinata, e deve costruirsi una casa su “misura”, ricca ovviamente di svestitissime pin-up, dove tenere party sfrenati o organizzare divertenti pomeriggi in piscina. Senza, tralasciare, ovviamente, di gestire nel tempo libero il suo giornale…



Un business ancora più esplicito, anche se meno attraente dal punto di vista grafico (e queste, bisogna dirlo, parlando di erotismo è una grave lacuna), lo offre “Red Light Tycoon” (Ludonic, per Pc), il cui scopo è di tuffarsi nel business a luci rosse gestendo una vera e propria casa di tolleranza “virtuale”. Bisogna dotarsi di bodyguards minacciose e soprattutto di sexy girls attraenti, ma anche fare attenzione all´arredamento, scegliere il personale giusto e gestire bene le proprie finanze servono allo scopo per superare i vari livelli, sempre più difficili, del gioco.


Tag:


Presente in:

Società - Giochi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)