Violenze domestiche: nel mondo le subisce una donna su due

Cultura - Attualità



L´orrore è donna. L´orrore sono le quattro mura domestica, l´unico luogo in cui ci si dovrebbe sentire tranquille, protette. Invece non è così, per molte, troppe donne. Esattamente tra il 20 ed il 50 per cento, tante sono le donne al mondo che subiscono violenze domestiche. Dati poco precisi e con un divario molto allargato proprio perché molte di queste violenze non vengono denunciate, passano sotto silenzio. Ed è quindi difficilissimo catalogarle o farle emergere.I dati sono quelli presentati dall´ultimo rapporto shock dell´Unicef, dedicato appunto alla violenza domestica, basato su uno studio in 44 paesi. Che inquadrano un panorama desolante e tristissimo fatto di centinaia di milioni di vittime. E la cosa che più fa rabbrividire è che i carnefici sono sempre gli stessi: mariti, compagni, padri, ma anche fratelli. E´ una guerra tra sessi, non tanto nascosta, che mette angoscia e tristezza, che fa arrabbiare ed al tempo stesso sconcerta.Ogni anno 60 milioni di donne spariscono letteralmente dalle statistiche mondiali. Che fine fanno? Molte sono uccise dai loro stessi familiari, altre, le più sfortunate, abbandonate a se stesse sino alla morte per inedia. E gli orrori iniziano da subito. Ancora nel grembo materno. Come accade, ad esempio, in Cina, dove il 12 per cento delle gravidanze che avrebbero portato alla nascita di bambine, vengono deliberatamente interrotte. Oppure, se sfortunatamente nascono, vengono discriminate e abbandonate, come succede in India, dove, secondo una recente ricerca, avvengono 10 mila caso di infanticidio l´anno.Ma se nascere donna, in molti paesi, è considerato il peggio che possa accadere, non mancano le sevizie più tardi. E´ il caso delle mutilazioni sessuali, praticate ancora in moltissimi paesi. Si calcola che ogni anno due milioni di bambine vengano sottoposte alla pratica dell´infibulazione, la citoridectomia rituale usata in Africa, tanto che al mondo le donne infibulate raggiungono la cifra di 130 milioni. Se pensate che tutto questo accada solo nei cosiddetti paesi poveri, dove la tragedia convive con una tragedia più grande, vi sbagliate. Anche nei paesi occidentali la violenza domestica è una costante. In Canada il 29 per cento delle donne ha denunciato di essere stata aggredita fisicamente dall´attuale o dal precedente partner. Le americane che hanno subito almeno una volta violenza in casa da parte del proprio compagno sono il 28 per cento e tra quelle che lo scorso anno hanno dovuto far ricorso alle cure sanitarie in ospedale, il 37 per cento era stata ferito dal partner o dall´ex partner.Cifre impressionanti, di una situazione in cui il sesso debole non è mai apparso così debole e indifeso. Un allarme che va denunciato e gridato forte, senza remore. Vanno chieste più leggi, più informazioni, più tutele. E voi, che ne pensate, cosa servirebbe per difendere il mondo femminile dalle aggressioni domestiche? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)